Calciatori Ignoranti logo

L'appuntamento dell'anno per il conferimento dei migliori premi ai calciatori e alle calciatrici della A italiana è alle porte. Nel frattempo resta aperto il sondaggio per individuare la marcatura più bella della scorsa stagione.


Il Gran Galà del Calcio AIC sta per tornare. La consegna del "Pallone d'Oro Italiano", ormai giunto alla sua 10^ Edizione, è ormai alle porte. La super serata in programma a Milano prossimo 17 ottobre, sarà preceduta dalla votazione del "Gol più bello" che riguarda sia il calcio maschile, sia quello femminile, ovviamente sulla stagione 2021/22.

I 10 pretendenti al "Gol dell'anno"

In lizza per aggiudicarsi la prodezza dell'anno, ci sono Luis Alberto (Lazio-Sampdoria), Hakan Çalhanoğlu (Inter-Cagliari), Antonio Candreva (Sampdoria-Udinese), Paulo Dybala (Roma-Juventus), Davide Faraoni (Verona-Roma), Theo Hernandez (Milan-Atalanta), Lautaro Martinez (Inter-Atalanta), Lorenzo Pellegrini (Verona-Roma), Gianluca Scamacca (Milan-Sassuolo) e Daniele Verde (Sassuolo-Spezia).

Che cos'è e chi organizza il Gran Galà del Calcio

Il Gran Galà del Calcio AIC è l’evento in cui vengono premiati i migliori giocatori del campionato di calcio italiano, organizzato dall’Associazione Italiana Calciatori in collaborazione con l’agenzia di sport marketing ed eventi "Demetrio Albertini". L’ultima edizione, relativa alla stagione 2020-21, è stata trasmessa con uno speciale televisivo andato in onda in esclusiva su Sky Sport nel marzo 2021.

Ecco alcuni consigli che vi permetteranno di fare gare di alto livello e classificarvi sempre con più facilità nei primi posti.


Memorizzare le piste, mantenere la traiettorie e avere un occhio di riguardo ai cordoli non sono gli unici consigli per vincere ogni gara su F1 22. Vediamone altri:

Ritoccate l'auto

Oltre a configurare gli assist nel migliore dei modi, per assicurarsi che il veicolo affronti il percorso con facilità e senza intoppi è fondamentale che si trascorra del tempo nel menu della personalizzazione. Non è sufficiente puntare tutto sulla velocità e, affinché il bolide che state pilotando completi un giro nel minor tempo possibile, è necessario concentrarsi anche sulla gestione del peso e sulla manovrabilità per far sì che le curve possano essere superate senza pericolosi incidenti.

Opzioni grafiche

Chi gioca su F1 22 su Xbox Series S non ha l'opportunità di modificare le impostazioni grafiche, le quali sono invece disponibili sulle versioni PlayStation 5 e Xbox Series X e possono essere fattore. Ecco perché rientrano tra i consigli per vincere ogni gara in F1 22. In questi casi è possibile selezionare una delle seguenti opzioni video: Grafica e Prestazioni. Selezionando la prima opzione, si può giocare a risoluzione 4K e a 60 fotogrammi al secondo. La seconda possibilità offerta nel menu è invece dedicata a tutti coloro i quali possiedono un pannello in grado di visualizzare immagini a 120Hz, visto che la modalità Prestazioni abbassa la risoluzione a 1440p ma raddoppia la fluidità, garantendo i 120 FPS.

Questo weekend, al centro VAR di Lissone, prime simulazioni con la nuova tecnologia, poi formazione della classe arbitrale e installazione delle telecamere negli stadi dove ancora mancano. La deadline di lancio è fissata per il 4 gennaio


VAR

Cosa cambia con il fuorigioco semiautomatico

Lega, FIGC ed arbitri concordano: ridurre ulteriormente i margini di errore, specie dopo il “caso” Candreva di Juventus-Salernitana, è diventato necessario. In che modo? Implementando la già sperimentale tecnologia del fuorigioco semiautomatico: un sistema che, tramite sensori di posizionamento di telecamere speciali e intelligenza artificiale, permette di tracciare ogni singolo elemento in campo, dalla posizione dei giocatori fino a quella del pallone stesso, rilevando 29 punti del corpo (escluse le braccia) ad una velocità di 500 volte al secondo. Il tutto permetterà così ad un computer di riprodurre graficamente una mappatura completa della partita in tempo reale, segnalando eventuali off-side con una discrepanza davvero esigua di centimetri.

Perché “semi”?

I dati raccolti dalla computer-grafica verranno poi inviati direttamente alla sala VAR, ma spetterà all’arbitro la decisione finale, analizzando anche il cosiddetto “fuorigioco geografico”, vale a dire il grado di coinvolgimento nel gioco (attivo o passivo) del calciatore finito oltre la linea dei difensori. Il consulto sarà comunque molto più veloce che in passato, poiché più semplice sarà la valutazione grazie agli output forniti dal nuovo sistema.

Gli step che mancano per il lancio in Serie A

Già testato in Supercoppa Europea e nel Mondiale per Club 2021, pronto all'uso ai Mondiali in Qatar, il fuorigioco semiautomatico prevede l’installazione di 12 telecamere posizionate sul tetto dello stadio. Gli impianti delle squadre impegnate in Champions (San Siro, Maradona ed Allianz Stadium) sono già dotati dell’attrezzatura necessaria, mentre nelle prossime settimane toccherà ai restanti del nostro campionato. Questo weekend, al centro VAR di Lissone, comincerà invece la formazione della classe arbitrale attraverso la simulazione di alcune precedenti partite della stagione, seguiranno poi corsi d'istruzione sull’utilizzo della nuova tecnologia. Gravina, Presidente della FIGC, nel corso del Social Football Summit di Roma ha fissato la data di lancio: 4 gennaio 2023, giorno in cui riprenderà la Serie A dopo la pausa Mondiale.

Ecco alcuni consigli che vi permetteranno di fare gare di alto livello e classificarvi sempre con più facilità nei primi posti.


Memorizzare le piste

Potete anche essere giocatori esperti della serie di formula 1 ma sappiate in F1 22 sono state apportate importanti modifiche ai tracciati e dovrete abituarvi di nuovo a ciascuno di essi se volete vincere ogni gara. È importante fare molta pratica e prendere l'abitudine.

Mantenere la traiettoria

Vi renderete immediatamente conto che la traiettoria di guida sarà attiva di default. Questo significa che a meno che non decidiate di modificare le impostazioni a terra vedrete una linea che servirà a indicarvi il percorso migliore non solo per ridurre i tempi di percorrenza della pista, ma anche per evitare collisioni o di giungere in prossimità di una curva con una velocità eccessiva, che porta spesso allo schianto del veicolo.

Occhio ai cordoli

Per vincere ogni gara è dovuto sapere che gli oggetti che delimitano i circuiti in F1 22 sanno essere ancora più insidiosi e occorre fare molta attenzione affinché la loro presenza non influisca negativamente sulle vostre prestazioni. Potrebbe capitare che sopraggiunga la voglia di passare con le ruote sui cordoli per stringere una curva e ridurre i tempi: non c'è nulla di più sbagliato, poiché il contatto dei pneumatici con questi elementi dello scenario non solo rallenta il veicolo, ma potrebbe persino farvi perdere il controllo e compromettere la gara.

In questi anni il calciatore con l'overall più alto di FIFA è sempre stato Messi, ma da dal nuovo titolo di EA Sports il primato appartiene al calcio femminile.


Tra le novità che accompagnano il lancio del nuovo FIFA risuona il nome di Alexia Putellas come 'personaggio più forte del gioco'. Ma il calcio femminile fa parlare di se attraverso anche una svolta storica: per la prima volta sulla copertina appare una donna, Sam Kerr del Chelsea.

Club femminili

FIFA23 punta molto sul calcio femminile e per la prima volta, infatti, ci saranno le squadre di club oltre alla consueta selezione di nazionali. In particolare, ci saranno la WSL (massima lega inglese), la D1 femminile e la FIFA Women’s World Cup Australia/Nuova Zelanda 2023.

Alexia Putellas è più forte di Leo Messi

Dalle valutazioni emerge un dato significativo nell’eterno confronto tra calcio femminile e maschile: Alexia Putellas, fenomeno della nazionale femminile spagnola e pallone d'oro, sarà l’unico giocatore a raggiungere l’overall di 92 nell’intero titolo di EA Sports prendendosi così il trono come miglior giocatore in assoluto di FIFA23.

Ecco la classifica dei migliori giocatori della Serie A su FIFA 23: abbiamo conferme e alcune sorprese, che però dopo l’ultimo campionato si sono conquistati con merito il posto in questa speciale top-ten.


migliori giocatori serie A FIFA 23

Mike Maignan - 87

A sorpresa il giocatore con l’overall più alto della serie A è il portiere dei rossoneri, decisivo nella vittoria dello scudetto e si prende con prepotenza il primo posto. Per la prima volta su FIFA vediamo come giocatore più forte in Serie A un portiere, ma non poteva essere altrimenti dopo le prestazioni mostruose del francese.

Lautaro Martinez - 86

E’ sempre stato visto come la spalla di Romelu Lukaku, ma mentre Big Rom deludeva al Chelsea, il Toro è stato protagonista di una stagione straordinaria conclusa con ben 21 gol che gli hanno fatto guadagnare un aumento di overall rispetto al FIFA scorso.

Paulo Dybala - 86

Dopo l'addio alla Juventus, la Joya ha scelto la capitale per rilanciarsi. Al momento, si può dire essere stata la scelta più giusta visto la stagione da protagonista che sta facendo e il cuore di tutti i romanisti conquistati.

Ciro Immobile - 86

Non poteva mancare nella classifica Re Ciro, laureatosi lo scorso anno capocannoniere del campionato per la terza volta in carriera. Ha ricevuto un downgrade rispetto all’anno scorso, ma nonostante questo rimane uno dei giocatori più forti della serie A.

Romelu Lukaku - 86

E’ stato protagonista di una delle operazioni più rumorose dell'ultima sessione di mercato. Big Rom non è infatti riuscito a conquistare il Chelsea, chiedendo così di far ritorno in nerazzurro dopo appena un anno dal suo addio. Nonostante il downgrade si prende comunque un posto tra i giocatori più forti della serie A.

Sergej Milinkovic-Savic - 86

Il Sergente è il centrocampista più forte della Serie. Da anni dimostra di essere un pilastro della Lazio, e resta il dubbio di tanti gamers: se giocasse in Premier o in un cllub più blasonato, quale sarebbe la sua valutazione?

Nicolò Barella - 86

Punto di riferimento dei nerazzurri e della nazionale italiana, Nicolò Barella spicca tra i giocatori più forti del nostro campionato. In campo fa sempre la differenza e lo ha dimostrato in più contesti: nonostante periodi sottotono, il giocatore non si discute, come il suo posto in questa classifica.

Marcelo Brozovic - 86

Giocatore imprescindibile dell’Inter, proprietario delle chiavi del centrocampo, il posto in questa classifica era scontato per Epic Brozo.

Milan Skriniar - 86

L'Inter ha fatto un grande sforzo per resistere alle offerte del Paris Saint-Germain che era (ed è tutt'ora) pronto a fare follie pur di ingaggiare Milan Skriniar. Il club nerazzurro ha rispedito al mittente ogni proposta e presto incontrerà l’agente dello slovacco per discutere del rinnovo di contratto. Il centrale nerazzurro sarà così il più forte tra i difensori di A.

Wojciech Szczesny - 86

Perin lo ha sostituito egregiamente, ma ora che ha recuperato dall'infortunio Wojciech Szczesny è pronto a riprendersi il posto da titolare tra i pali della Juventus. Grandissimo portiere e uomo chiave nello spogliatoio bianconero.

Gianmarco Russo

È stato il POTM di Serie A del mese di agosto: dribbling, sterzate, gol e assist, a Napoli sono già pazzi di lui. Ma come nasce il talento di "Kvaradona"?


L’infanzia in Georgia ed un carattere temprato dalla guerra

Badri, suo padre, è già calciatore in Azerbaigian, nel Semkir, quando Kvaratskhelia viene alla luce nel febbraio 2001. Il prossimo 77 azzurro nasce però a Tsibilisi, in Georgia, nazione per la quale sarà eletto, diversi anni dopo, miglior giocatore. La guerra e il calcio, un ossimoro che a volte si incontra con la realtà dei fatti, temprando l’animo di ragazzini cresciuti con il solo sogno di accarezzare un pallone sopra un rettangolo verde. Ha solo 7 anni Khvicha quando l’esercito russo sconvolge la sua vita, invadendo la vicina città di Gori. Quella sfera di cuoio diventa quindi l’unica speranza di futuro, un desiderio da custodire quando gli occhi si chiudono e gli orrori là fuori fanno da sottofondo.

L’eco di quei medesimi rumori si ripresenterà ancora 13 anni dopo, quando il bambino è diventato adulto, mantenendo come unico comun denominatore proprio quel pallone. Dalla Dinamo Tsibilisi, squadra in cui muove ai primi passi, si trasferirà infatti alla Lokomotiv Mosca prima ed al Rubin Kazan poi, fermandosi nel marzo 2022 nuovamente a causa dello scoppio del conflitto Russia-Ucraina. La Dinamo Batumi “sfrutta” l’occasione di ingaggiarlo per una fugace esperienza, ma ancora meglio farà il Napoli, prelevandolo poco dopo per appena 10 milioni. Quel sentimento di rivalsa, la voglia di mangiarsi l’erba, la leadership ed una tempra dura da abbattere, figlie di una cultura e di una giovinezza la quale senza opzione di scelta ha dovuto convivere con le difficoltà, arricchiscono il pacchetto di un calciatore che sembra essere davvero arrivato all’appuntamento col destino.

“Ho visto Kvaratskhelia, o’ mamma, innamorato son”

Fisico longilineo, movenze eleganti, una danza imperterrita su quella fascia dove, a conti fatti, sta mettendo a soqquadro la Serie A. Fantasia applicata alla tecnica, visione di gioco e sguardo sempre puntato sull’avversario. Dolce tocco alla sfera, passi corti, sterzata bruciante e conclusione.
Ha già segnato in ogni modo, Khvicha, ma quel che più sorprende è la capacità straordinaria di entrare in ogni azione pericolosa del Napoli.

Raddoppi e marcature saltano, creando superiorità numerica in grado di accendere le offensive dei partenopei. Centro gravitazionale, moto perpetuo che ha “cancellato” Insigne al primo tiro a giro entrando immediatamente nel cuore dei tifosi. “Kvaradona”, dicono, convinti di aver fatto centro con un innesto arrivato in sordina e divenuto protagonista assoluto, cancellando il topos secondo cui lo “straniero” in Italia abbia bisogno di tempo per ambientarsi.

Il futuro: quali limiti?

Se era difficile immaginare un impatto da alieno in Serie A, decisamente più complicato è provare ad indovinarne un futuro. Alla prima sosta della stagione, dopo sette giornate, un POTM già in saccoccia e le sue eccellenti interpretazioni in Champions League, tutto sembra lasciar presagire una stagione con il vento in poppa. Anche l’ultima sfida contro il Milan ha fatto intendere quanto il georgiano sia temuto e rappresenti il pericolo numero uno: raddoppi costanti, marcature strette ed asfissianti.

Ammoniti Calabria e Kjaer, rigore procurato per un intervento in ritardo di Dest. Alla scala del Calcio, insomma, Kvaratskhelia ha fatto Kvaratskhelia, pur senza segnare o assistere. I riflettori dell'Europa sono tutti puntati su di lui, già capace di far venire il mal di testa a gente come Alexander-Arnold e Van Dijk. Incidere, e decidere, fino ad ora sono stati fattori all'ordine del giorno, ma mantenere questi standard per tutto l'anno sarà la vera sfida da vincere. Fuoriclasse o fuoco di paglia, dunque: ai posteri l’ardua sentenza.

Ecco alcuni consigli sulle migliori build per NBA 2K23 così da iniziare al meglio la vostra avventura!


Non tutti hanno esperienze con i giochi NBA e soprattutto non conoscono i migliori build per creare i personaggi o fare le scelte migliori in questo ambito. Playmaker o Centro? Qual è il modo ideale per creare il nostro personaggio e goderci al massimo l'esperienza di NBA 2K23?

Playmaker

Questa è una delle build più popolari che ha già conquistato la community, dovrete iniziare col costruire un corpo con le seguenti impostazioni:
• Altezza: 6’2”.
• Peso: 220 lb.
• Apertura braccia: 6’11”.
• Fisico: definito
Ora passiamo alla parte più importante di una build su Il Mio Giocatore – il menu della distribuzione degli attributi - dove dovrete distribuire i punti nel seguente modo:
• Tiro da vicino - 51.
• Sottomano in entrata - 76.
• Tiro da tre punti - 88.
• Tiro dalla media distanza - 78.
• Controllo palla - 94.
• Velocità con la palla - 93.
• Precisione passaggi - 66.
• Difesa interna - 36.
• Difesa sul perimetro - 86.
• Ruba - 79.
• Stoppata - 66.
• Rimbalzo difensivo - 75.
• Velocità - 93.
• Accelerazione - 86.
• Forza - 36.
• Resistenza - 90.

Una volta completato, dovrete selezionare un’abilità Impeto Primaria/Secondaria, selezionate “Portata Illimitata” per la primaria e un'altra “Portata Illimitata” o “Tiri Spezza Caviglie” come secondaria. Copiando questa build dovreste avere un giocatore simile a John Stockton e Mike Conley.

Centro

Ora parliamo di una build Centro con la quale dominerete il campo, schiaccerete in faccia a tutti gli avversari e sparerete triple da lontanissimo. Selezionate Ala Grande (AG) come posizione, principalmente per via del numero di attributi e badge che potrete ottenere. Dovrete costruire un corpo con le seguenti impostazioni:
• Altezza: 6’9”.
• Peso: 229 lb.
• Apertura braccia: 7’5”.
• Fisico: definito.
Passando agli attributi, ecco come dovete distribuirli:
• Tiro da vicino - 69.
• Sottomano in entrata - 81.
• Schiacciata in entrata - 86.
• Schiacciata da fermo - 80.
• Controllo in post - 29.
• Tiro dalla media distanza - 79.
• Tiro da tre punti - 83.
• Tiro libero - 58.
• Precisione passaggi - 62.
• Controllo palla - 36.
• Velocità con la palla - 30.
• Difesa interna - 85.
• Difesa sul perimetro - 70.
• Ruba - 78.
• Stoppata - 93.
• Rimbalzo offensivo - 80.
• Rimbalzo difensivo - 99.
• Velocità - 80.
• Accelerazione - 74.
• Forza - 89.
• Verticale - 78.
• Resistenza - 93.

Come impeto Primario/Secondario selezionate "Vedere il futuro" per la primaria e "Portata Illimitata" per la secondaria. In questo modo avrete un giocatore simile a Jaren Jackson Jr. e Wendall Carter Jr.

In questo articolo troverete tre giovani da comprare nella carriera allenatore. Ecco chi ha un overall basso ma con un potenziale altissimo.


Diciamocela tutta: la carriera allenatore è una figata pazzesca se scegli una squadra di basso, basso, basso livello con l'obiettivo di valorizzare i giovani e raggiungere la finale di Champions. E quando il budget è quasi zero, bisogna fare un mercato mirato. Chi comprare?

Luke Harris

Centrocampista del Fulham, il gallese ha un overall di 61 ed è classe 2005, grazie al suo talento l'aumento della sua valutazione è assicurata infatti può raggiungere un potenziale di 84, che vi permette col tempo di avere a centrocampo un giocatore di alto livello ad un prezzo veramente basso.
Può diventare il perno in mezzo al campo della vostra formazione.

Alfie Devine

Giovanissimo talento degli Spurs, classe 2004 il centrocampista inglese presenta un overall di 60, con il passare delle stagioni la sua valutazione continuerà ad aumentare, fino a un potenziale di 83. E' un calciatore da prendere se il vostro obiettivo è quello di garantirvi per il futuro un trequartista che fa la differenza ad una cifra molto bassa e abbordabile per chiunque.

Fabio Chiarodia

Il talento italiano si guadagna meritatamente un posto in questa lista di giovani da prendere nella carriera allenatore di Fifa. Overall 60 classe 2005 che assicureranno al difensore centrale del Werder Bremen una rapida crescità fino a raggiungere un potenziale di 83 che lo faranno diventare un punto di riferimento della vostra difesa. E' un giocatore su cui dovete puntare se volete rafforzare la vostra rosa per il futuro spendendo veramente poco.

Qual è la formazione ideale di under 21 su FIFA? Ecco a voi un ipotetico 4-3-3 falso 9 con tutte le promesse del calcio mondiale.


PORTIERE

In porta Giorgi Mamardashvili, classe 2001 georgiano del Valencia che si prende il titolo di migliore GK del nuovo FIFA entrando di diritto in questa TOP 11 U21. Il suo overall: 77.

DIFENSORI

Partendo dal ruolo di TS schieriamo Alphonso Davies, 2000 del Bayer Monaco. Presenta un overall di 84. Sulla fascia destra, invece, l'olandese del Bayer Leverkusen Jeremie Frimpong, con una valutazione di 80. I due DC sono da una parte Josko Gvardiol 2002 della Zagabria, che presenta una valutazione di 81, e dall'altra l'olandese Jurrien Timber, difensore dell'Ajax quotato 80.

CENTROCAMPISTI

L'U21 con l'overall più alto in FIFA 23 è Pedri, talento del Barcellona. La sua valutazione è di 85. Secondo allo spagnolo troviamo Jude Bellingham, 84 di overall, diamante del borussia dortmund. L'ultimo posto a centrocampo è occupato da Jamal Musiala, il 2003 del Bayern Monaco si aggiudica il posto con una valutazione di 81.

ATTACCANTI

Come AS abbiamo un altro gioiello blaugrana, ovvero, Ansu Fati domina tra gli attaccanti di sinistra con un overall di 79. A destra Rodrygo, valutazione di 81. Come AT inseriamo Florian Wirtz, COC ma con le qualità necessarie per ricoprire il ruolo in attacco. Tedesco, del Bayer Leverkusen, conclude la TOP 11 U21 di FIFA con un overall di 82.

4-3-3 falso 9: Mamardashvili, Davis, Gvardiol, Timber, Frimpong, Bellingham, Pedri, Musiala, Fati, Wirtz, Rodrygo.

cross