Calciatori Ignoranti logo

Angel Di Maria: un'arma in più, ancora non sfruttata dai bianconeri

20 Settembre 2022   Pietro Caneva

Il Fideo, a causa dell'espulsione con il Monza, salterà le prossime due partite di campionato. La sua esperienza a Torino, non è partita come tutti si aspettavano.


Angel Di Maria non è riuscito a incidere in questo inizio di campionato a tinte bianconere. L'argentino, infatti, complice una serie di infortuni, non ha saputo dare continuità, ma soprattutto mostrare sprazzi di classe degni del suo nome. Ad oggi, il suo acquisto non sta dando l'esito sperato.

Giuste le critiche?

Nonostante quello del Fideo sia stato indubbiamente l'acquisto a far più clamore nel calciomercato estivo italiano, l'argentino, a livello di resa, non sta dando quanto sperato alla Vecchia Signora. Dopo un illusorio esordio contro il Sassuolo, infatti, il fantasista è stato martoriato dagli infortuni, non riuscendo a dare con continuità il suo apporto alla squadra. Qualità tecniche indiscutibili (ovviamente), ma, se l'obiettivo della dirigenza era quello di sostituire Paulo Dybala con un giocatore più integro e presente, allora, la scelta Di Maria si è rivelata da subito sbagliata. Oltre all'espulsione di Monza, inspiegabile per un giocatore della sua caratura ed esperienza, il Fideo si è reso inoltre protagonista di altri spiacevoli episodi nell'ultima settimana. Dal poco rispettoso siparietto con Milik immortalato dalle telecamere, passando per la decisione di non dirigersi sotto la curva al termine della gara con il Benfica. Immagini che, da un leader come l'argentino, i tifosi non si aspetterebbero di vedere.

Problemi nel sistema Juve

Quando si perde, giustamente o meno, tutti finiscono sotto accusa: dalla dirigenza, passando per allenatore e giocatori. Indubbiamente, però, almeno lato tecnico, le responsabilità più grandi cadono sulla figura dell'allenatore. La resa dei giocatori, infatti, almeno nella maggior parte dei casi, si può dire direttamente proporzionale al lavoro svolto in settimana dai tecnici. Proprio per questo il popolo bianconero, considerando l'involuzione mostrata dai propri beniamini, sembra reclamare con forza un esonero di Massimiliano Allegri. Lo stesso Di Maria, seppur si stia parlando di un fuoriclasse, appare spaesato in un sistema di gioco come quello proposto dalla Vecchia Signora. Un sistema incapace di valorizzarlo, ma soprattutto che gli chiede tanti sacrifici a livello difensivo. Difficile invertire rotta nel breve periodo, ma, una cosa è certa: quello visto sotto l'ombra della Mole, non è il vero Di Maria.

Articoli correlati 

cross