Calciatori Ignoranti logo

Bonucci non si nasconde: "Inter la più completa, ma la Juventus deve tornare a vincere"

23 Luglio 2022   Pietro Caneva

In un'intervista rilasciata a La Gazzetta dello Sport, il capitano bianconero ha parlato della stagione ormai alle porte.


Leonardo Bonucci condivide le parole di Allegri: niente scuse, bisogna vincere. Nonostante per il centrale bianconero la squadra più completa ad oggi rimanga l'Inter, vincere, in questa stagione più che mai, rimane l'unica cosa che conta. Un motto che, in casa Juventus, non può mai mancare, una frase che, visto il mercato in entrata della Vecchia Signora, suona di dovere verso i propri tifosi. Di seguito, le parole rilasciate a La Gazzetta dello Sport.

CHAMPIONS LEAGUE - "Quando sono arrivato qui, il sogno era fare una grande carriera e vincere tutto: il 90% mi è riuscito, manca quella piccola parte che a noi juventini fa male. Speriamo in questi due anni di contratto che mi restano, di ritrovare stabilità a livello europeo. Vincere è sempre difficile, il primo passo devono essere i quarti, poi ci vuole anche fortuna. In una stagione così particolare, però, può succedere di tutto".

DI MARIA - "In allenamento sai i numeri che farà, ma la palla non gliela togli lo stesso. Per la qualità che ha, e per la carriera, è stato molto sottovalutato. Per talento ed esperienza, è il giocatore più completo della Serie A: per fortuna ha scelto la Juventus".

DE LIGT - " Non sono rimasto sorpreso dal suo addio, perché alcune dichiarazioni lasciavano intendere che non volesse restare alla Juventus. Penso che alla base di tutto ci sia il rispetto, il gruppo con cui è stato per tre anni gli è servito per crescere e la società ha investito su di lui. Gli auguro il meglio, però certe frasi dette in nazionale sono state poco carine. Ne abbiamo parlato dopo le vacanze, e lui ha capito".

SCUDETTO - "Con questa maglia il dovere è puntare allo scudetto, non può essere altrimenti. Il tempo che passa deve essere quello tra una vittoria e l'altra. Io l'ho imparato dopo un anno difficile e speriamo che quello appena trascorso sia come la mia prima stagione bianconera, ovvero il preludio di tanti successi. Il Milan avrà la pressione di riconfermarsi, l'Inter se terrà Skriniar sarà la più completa, poi ci siamo noi e bisogna fare attenzione alla Lazio":

Articoli correlati 

cross