Calciatori Ignoranti logo

Firma, ufficialità e le prime parole: il Milan accoglie De Ketelaere

4 Agosto 2022   Salvo Geraci

Il trequartista belga è arrivato ieri notte da Bruxelles, con tanti tifosi ad accoglierlo. Oggi l'iter che ha portato l'ufficialità del club rossonero.


È il De Ketelaere-Day, per il calcio italiano, ma soprattutto per i tifosi del Milan che vedono arrivare il talentuoso trequartista dal Bruges tanto cercato e voluto dalla società rossonera.

Che accoglienza! Oggi visite e firma

Il belga è arrivato ieri notte a Milano assieme alla sua famiglia, nonostante qualche giorno di slittamento rispetto al previsto. Nello specifico è sbarcato a mezzanotte e mezza all'aeroporto di Milano Linate, partendo da Bruxelles. Ad accoglierlo tanti tifosi rossoneri: il giocatore gli ha buttato un sorriso e li ha salutati con un "ciao". Un'ora più tardi la sistemazione in hotel. Questa mattina, invece, è scattata l'ora delle visite mediche alla clinica Madonnina. Anche in quel caso, una cinquantina di fans presenti per foto e autografi. Più tardi è arrivata la firma sul contratto a Casa Milan: quinquennale a 2,5 milioni di euro netti a stagione. L'affare, invece, è di 32 milioni più bonus che non superano i 3 milioni. Il De Ketelaere-Day si è concluso con l'ufficialità giunta dal club rossonero intorno alle 21.00.

L'addio al Bruges

In quest'apertura di stagione, il Brugge ha vinto la Supercoppa belga contro il Gent per 1-0 grazie al gol dell'ex Bologna Andreas Skov Olsen al minuto 39. De Ketelaere è stato regolarmente convocato, ma non ha disputato neanche un minuto di gioco. Al termine della partita, è andato sotto una delle curve dello Jan Breydel Stadion a salutare i tifosi con un megafono, per ringraziarli dell'affetto. Il giocatore ha lasciato la maglia neroblu dopo 120 presenze, 25 gol e 20 assist in tre stagioni con la prima squadra.

La prima intervista a Milan TV

De Ketelaere ha poi rilasciato la sua prima intervista ufficiale da giocatore del Milan alla TV ufficiale del club, dicendosi incredulo di trovarsi in questo ambiente. “Non avrei mai creduto di poter giocare in un club come il Milan. Oggi è realtà e sono molto orgoglioso”. Il belga è pronto a offrire a Pioli spunti e connessioni tra centrocampo e attacco. “Sono un giocatore molto offensivo, mi piace iniziare e finire l’azione perciò tendo ad abbassarmi e ricevere il pallone, cercare l’ultimo passaggio e segnare da attaccante". Charles, cresciuto nel mito di Cristiano Ronaldo che resta il suo idolo, racconta anche del suo numero di maglia. "Il 90 mi fu assegnato da ragazzino. Ricevetti quel numero e cominciai a giocare bene e quindi non l’ho più lasciato". E poi la promessa ai tifosi del Milan. "Darò sempre il massimo ogni volta che indosserò questa maglia. Spero di vincere dei trofei. Gli obiettivi del club, sono anche i miei fino a quando sarò qui".

Articoli correlati 

cross