Calciatori Ignoranti logo

Gagliardini rimane in uscita: continua l'asse Inter-Monza?

18 Luglio 2022   Redazione

Il centrocampista ex Atalanta a Milano non sarebbe neppure quest'anno tra le prime scelte di Inzaghi e il Monza è fortemente interessato, per affiancarlo a Sensi e Pessina in un centrocampo tutto azzurro.


Roberto Gagliardini potrebbe essere un nuovo rinforzo per il Monza di Berlusconi e Galliani. Il duo ex Milan continua a guardare in casa Inter per affrontare questa prima storica stagione in Serie A del club brianzolo. Dopo l'ufficialità di Andrea Ranocchia, Stefano Sensi e il forte interesse per Andrea Pinamonti (anche se per l'attacco si monitora anche Petagna), ecco spuntare il nome di Gagliardini che potrebbe formare un terzetto di centrocampo da "nazionale" al fianco del capitano Pessina, prelevato dall'Atalanta e tornato dopo anni a casa.

Occhio al contratto in scadenza nel 2023

Uno dei motivi per cui l'occhio del "Condor" è finito sull'ex centrocampista dell'Atalanta è il contratto in scadenza nel prossimo anno. Come riporta Sportitalia, quindi, il club biancorosso avrebbe mostrato il proprio gradimento verso il centrocampista e l'Inter potrebbe ascoltare le offerte per non ritrovarsi a perdere il giocatore a zero nel 2023. Anche perché Gaglia, anche quest'anno, non rappresenterebbe un titolarissimo per la squadra di Simone Inzaghi. I termini della proposta sono ancora sconosciuti, in ogni caso il Monza non ha ancora ricevuto risposta perciò, nei prossimi giorni, potrebbe esserci un ulteriore contatto tra le parti.

Numeri e palmares in nerazzurro di Gagliardini

Prelevato dall'Atalanta nel gennaio 2017 per una cifra intorno ai 20 milioni, come detto, Gagliardini vedrà il proprio contratto con l'Inter esaurirsi nel giugno del prossimo anno. Il gol in amichevole contro il Monaco non sembra essere motivo di riflessione per i nerazzurri che, da tempo, ha inserito il giocatore nella lista dei cedibili. Nonostante nel palmares ci siano uno scudetto (sotto la gestione Conte), una Coppa Italia e una Supercoppa Italiana (sotto la guida di Inzaghi), l'ex Atalanta non è mai riuscito a imporsi.

Il rendimento di Gaglia ha deluso le attese iniziali

Dopo i primi mesi in nerazzurro con Pioli allenatore, successivamente con Spalletti, Conte e Inzaghi ha ricoperto il ruolo di prima riserva del centrocampo. 16 gol in più di cento presenze in nerazzurro (anche se spesso in partite di tono minore, finite in goleada, con un feeling particolare contro le genovesi) non rappresenterebbero un cattivo bottino per un centrocampista interditore, ma sono state le prestazioni al di sotto delle aspettative a tenerlo lontano dai riflettori della mediana titolare. E ora il Monza è pronto ad approfittare: sarebbe un altro colpo sull'asse di mercato con l'Inter.

Emanuele Landi

Articoli correlati 

cross