Calciatori Ignoranti logo

Inter, capitan Handanovic non dà più sicurezza: scatta l'ora di Onana?

7 Settembre 2022   Francesco Ciarnelli

I nerazzurri si apprestano ad affrontare il Bayern Monaco, questa sera a San Siro, con una possibile grande novità di formazione: tra i pali potrebbe esordire dal 1' il camerunese ex Ajax.


Per il debutto stagionale in Champions League della sua Inter, Simone Inzaghi sta pensando a diversi cambi di formazione. Bisogna assolutamente riscattarsi dopo le due sconfitte contro Lazio e Milan nelle prime cinque giornate di campionato. Otto gol subiti sono troppi per una squadra che ambisce allo scudetto, dunque le novità nell'undici titolare riguarderanno anche il reparto arretrato. In particolare, il tecnico piacentino sta pensando di far esordire dal 1' minuto André Onana al posto del capitano Samir Handanovic e la sua decisione avverrà soltanto dopo la rifinitura, come dichiarato da egli stesso ieri in conferenza stampa. Questo è quanto si apprende da Sky Sport.

Tifosi delusi dalle prestazioni di Handanovic

Il possibile avvicendamento tra i pali dell'Inter, passa indubbiamente anche dai malumori causati tra i tifosi nerazzurri, ormai sempre più delusi dalle prestazioni di Handanovic. Molti sui social continuano a chiedere a gran voce il portiere ex Ajax come nuovo titolare, vista l'evidente differenza emersa nel corso del derby. Il milanista Maignan infatti, è stato protagonista indiscusso della passata stagione, contribuendo in maniera enorme alla conquista del 19° scudetto rossonero, e anche in questo inizio di stagione sta portando diversi punti alla sua squadra grazie ad interventi a dir poco prodigiosi. Lo sloveno, complice l'avanzare dell'età (da poco ha compiuto 38 anni), risulta essere ormai poco reattivo e non in grado di sfornare parate salva risultati come avveniva in passato. Questo influisce sui compagni di squadra che vorrebbero alle loro spalle una guida, un leader, sempre pronto a trasmettere sicurezza.

Le tappe della carriera di André Onana

André Onana muove i primi passi in Camerun, nella 'Samuel Eto'o Academy ', scuola calcio fondata proprio dall'omonimo calciatore ex Inter. Nel 2010, appena 14enne, viene tesserato dal Barcellona, venendo inserito nel settore giovanile blaugrana. Cinque anni più tardi è l'Ajax a scommettere su di lui, facendogli firmare un contratto triennale. Qui brucia le tappe e, dopo appena una stagione trascorsa nella Primavera del club olandese, debutta in prima squadra con i Lancieri diventando titolare al posto di Cillessen, trasferitosi al Barcellona. Nella stagione 2018-19 si rende protagonista della vittoria del campionato e della Coppa nazionale, oltre a dare il suo contributo al raggiungimento della semifinale di Champions League grazie a prestazioni di alto livello. Nel gennaio scorso l'Inter decide di puntare su di lui e se lo assicura a costo zero al termine della stagione. Decisione presa anche a causa delle incertezze già mostrate a più riprese da Handanovic.

Articoli correlati 

cross