Calciatori Ignoranti logo

Cosa non va nell'attuale difesa della Lazio di Maurizio Sarri

28 Luglio 2022   Valerio Canuzzi

È arrivata la prima sconfitta dei biancocelesti in questa pre-season. In Germania passa il Grifone per 4-1. La squadra di Sarri è reduce dai carichi di lavoro in ritiro, ma la retroguardia va migliorata.


Terminato il ritiro ad Auronzo di Cadore, per la Lazio è iniziata la seconda fase di preparazione in vista della prossima stagione. I biancocelesti sono a lavoro in Germania, più precisamente a Grassau. Nel pomeriggio di ieri è andato in scena il quinto test amichevole della pre-season. Dopo i quattro successi sotto le Tre Cime di Lavaredo, per la squadra di Sarri è arrivato il primo k.o.: il Genoa, retrocesso in Serie B lo scorso anno, si è imposto con un netto 4-1. Protagonista assoluto per i rossoblù Massimo Coda, autore di una tripletta tra primo e secondo tempo. Gudmundsson poi, su calcio di rigore, ha chiuso il match, rendendo inutile il gol dell’1-1 di Ciro Immobile. Una Lazio apparsa affaticata, con i carichi di lavoro sulle gambe ancora da smaltire.

Lazio, c'è da lavorare sulla difesa: è il reparto con più cambiamenti sul mercato

I biancocelesti sono sembrati fin da subito appesantiti dalla preparazione in corso. Ci sono da smaltire i carichi di lavoro del ritiro, siamo solo all’inizio, ma sono stati commessi diversi errori in fase di impostazione che, un Genoa più brillante, ha sfruttato al meglio. Il reparto che è sembrato più in difficoltà è stato quello difensivo, ma c’è da dire che è stato anche quello più “rivoluzionato” sul fronte mercato. Uscito Luiz Felipe e con il futuro di Acerbi incerto, visto che non è partito con la squadra per la Germania, sono arrivati Casale, Romagnoli e Gila. Un cambiamento sostanziale nell'undici titolare, con i nuovi che hanno bisogno di lavorare il più possibile per assimilare il gioco di Sarri. Il “Comandante” biancoceleste richiede molto movimento da parte della difesa, il reparto da cui parte l’azione. La squadra deve essere più compatta con poca distanza tra i reparti, cosa che ieri non si è vista tra difesa e centrocampo. La preparazione però non è ancora finita, ci sono poco più di due settimane ancora prima dell’esordio in Serie A.

Altri due test amichevoli prima dell’inizio del campionato

In questi 16 giorni che separano la Lazio dalla prima giornata contro il Bologna, i biancocelesti, oltre alla preparazione, saranno impegnati in altre due amichevoli. Sabato 30 luglio è in programma il secondo ed ultimo test durante il ritiro in Germania. La squadra di Sarri infatti, alle ore 18:00, affronterà la Nazionale del Qatar. Una volta rientrati nella Capitale, con la preparazione che proseguirà al Centro Sportivo di Formello, sabato 6 agosto la Lazio volerà in Spagna per affrontare il Real Valladolid, nella 48° edizione del Trofeo Città di Valladolid. Fischio d’inizio alle ore 20:00.

Articoli correlati 

cross