Calciatori Ignoranti logo

La linea verde del Milan: ufficiali dalla Bundesliga Thiaw e Vranckx

1 Settembre 2022   Salvo Geraci

Il difensore tedesco preso dallo Schalke 04 ha firmato fino al 2027, il centrocampista belga arriva a Milano con la formula del prestito con diritto di riscatto dal Wolfsburg.


Gli ultimi obiettivi di mercato del Milan si chiamano Malick Thiaw e Aster Vranckx. Due giovani speranze volute da Maldini e Massara, in linea con la filosofia del club rossonero. Entrambi provenienti dalla Bundesliga, i due sono pronti a cominciare la loro avventura in rossonero

Thiaw e la prima volta all'estero

Thiaw, difensore centrale classe 2001, ha firmato un contratto di cinque anni, fino al 2027. Nato a Düsseldorf, è cresciuto in Germania nel settore giovanile del Fortuna. In seguito, è maturato in club più prestigiosi come Bayer Leverkusen, Borussia Mönchengladbach e Schalke 04. Lì debutta con la prima squadra nel 2020, collezionando 61 presenze e 3 reti. Ha esperienza anche con la nazionale Under 21 tedesca, con cui ha vinto l'Europeo del 2021. Al Milan la sua prima esperienza lontano dalla Germania.

Chi è Aster Vranckx, il mediano jolly da strappo e contrasto

Vranckx, invece, è un centrocampista belga classe 2002. È un centrale ma può adattarsi sia a mediano che come trequartista, un vero e proprio jolly. La situazione "mercato" qui è diversa. Il Milan acquista il ragazzo in prestito con diritto di riscatto dal Wolfsburg, proprietario del cartellino. L'offerta dei rossoneri, che hanno convinto i tedeschi, è stata di 2 milioni di prestito oneroso e riscatto a 12 milioni di euro, secondo quanto riportato da Gianluca Di Marzio. Dopo l'esperienza al Mechelen in patria, nell'ultima stagione Vranckx ha collezionato 29 presenze e due gol con il Wolfsburg, debuttando anche in Champions League. Con la nazionale del Belgio, ha conquistato la fascia da capitano nell'Under 21, in un percorso da cui è partito con l'U15. Il Milan con Thiaw e Vranckx, largo ai giovani: Charles De Ketelaere, anche lui belga, già è un idolo a San Siro. Un futuro da scrivere.

Articoli correlati 

cross