Calciatori Ignoranti logo

Lecce-Inter e una vittoria in extremis: brilla Lukaku, Gosens ancora indietro

16 Agosto 2022   Tommaso Colombo

In attesa di sviluppi dal mercato, tra i nerazzurri molto bene Lukaku e Dumfries, apparsi in condizione e subito decisivi. Calhanoglu da rivedere e per Gosens ancora molte difficoltà.


Lecce Inter

L'Inter riprende la corsa allo scudetto iniziando al meglio contro il Lecce, avversario tutt'altro che semplice. Giocare al Via Del Mare non è mai semplice, specie se di fronte si ha una squadra organizzata e ben rodata come i giallorossi guidati da Barone. Per i nerazzurri, oltre ai marcatori Lukaku e Dumfries, ottime risposte anche dal reparto difensivo, da Skriniar a Dimarco su tutti. Più in difficoltà invece il centrocampo, con Calhanoglu e Brozovic apparsi ancora indietro di condizione e poco lucidi.

Bentornato Big Rom

Il match si è subito sbloccato grazie al gol di Romelu Lukaku che ha prontamente finalizzato la prima occasione disponibile al 2'. Il belga è stato sicuramente tra le note più positive della partita: l'intesa con Lautaro è ancora ben salda dopo gli scorsi anni, per la gioia di Inzaghi, che avrà a disposizione una coppia d'attacco di assoluto livello. Nella ripresa, Lukaku è andato vicino più volte al raddoppio, negato però da un super Falcone: il portiere dei giallorossi ha fermato l'ex Chelsea e tenuto in partita i compagni con parate e salvataggi nell'arco dei 90 minuti.

Gosens, così non ci siamo

Tra i migliori, oltre ai sopracitati Dumfries e Lukaku, spiccano anche Dimarco, grazie ai suoi cross che sono una spina costante nella difesa leccese, e Handanovic. Il portiere si è fatto sempre trovare pronto quando chiamato in causa: grande parata su Bistrovic che dal limite ha spaventato i nerazzurri. Più indietro invece Calhanoglu, poco lucido in mezzo al campo, e Gosens. Il tedesco per non far rimpiangere Perisic dovrà cambiare molto: poco cercato dai compagni, l'Inter sulla sua fascia non ci va mai fino alla sua uscita dal campo. Quando Gosens lascia il posto a Bastoni, Inzaghi alza Dimarco sulla linea dei centrocampisti trovando più qualità rispetto all'ex Atalanta.

Cosa si porta a casa Simone Inzaghi?

Il tecnico piacentino è rimasto soddisfatto dalla prestazione dei suoi, riusciti a battere i giallorossi negli ultimi secondi di gara. Un atteggiamento da conservare e riproporre per la sua Inter che di fronte ad un ostico Lecce non si è data per vinta ed anzi, ci ha creduto fino alla fine. Nonostante le prime buone indicazioni, ci sarà ancora da lavorare per Inzaghi e compagni, soprattutto con il centrocampo che ha molto sofferto l'intensità dei leccesi. I carichi di lavoro si fanno ancora sentire e la condizione non potrà essere delle migliori, ma in casa Inter dopo la vittoria al fotofinish contro il Lecce il morale è già alle stelle.

Articoli correlati 

cross