Calciatori Ignoranti logo

L'Inter torna a vincere, ma che fatica contro il Torino. Decisivi Brozovic e Handanovic

12 Settembre 2022   Francesco Ciarnelli

I nerazzurri tornano al successo dopo due sconfitte consecutive: il match del ‘Meazza’ contro i granata termina 1-0. Inzaghi deve ringraziare due colonne della sua squadra, apparsa ancora una volta stanca, distratta e scevra di idee.


L’Inter interrompe il digiuno e riesce ad imporsi per 1-0 sul Torino, nell’anticipo della 6^ giornata di Serie A. A decidere l’incontro è un gol di Marcelo Brozovic, al suo secondo centro consecutivo in campionato dopo quello dell’illusorio vantaggio contro il Milan. I nerazzurri sono ancora lontani dalla loro versione migliore e soffrono costantemente le sortite offensive dei granata con Vlasic, Sanabria e Radonjic. Solo un grande Handanovic, autore di ottime parate che lo aiutano a risultare il migliore in campo, riesce a tenere in piedi gli uomini di Inzaghi fino all’89’: in questo istante Barella, in ombra fino a quel punto della gara, sforna un bellissimo assist per il regista croato che con la punta del piede destro scavalca Vanja Milinkovic-Savic e regala la vittoria ai padroni di casa. Una rete pesantissima e fondamentale per dare ai suoi compagni una boccata d’ossigeno dopo una settimana davvero complicata.

L'alternanza con Onana deve aver svegliato capitan Handanovic

Ha fatto rumore la prima esclusione di Handanovic per scelta tecnica da quando difende i pali dei nerazzurri. La decisione presa da Inzaghi per il match di Champions League contro il Bayern Monaco e la conseguente bella prestazione del suo sostituto Onana, deve aver scosso l’animo dello sloveno classe ’86. Il capitano ha risposto alle critiche post derby con una prestazione di assoluto livello, realizzando almeno quattro parate decisive. Saranno contenti i suoi compagni, i quali hanno sempre visto in lui un punto di riferimento e sarà soddisfatto il tecnico piacentino, consapevole di dover mandare dei segnali a tutto il gruppo. Nessuno è intoccabile e l’inversione di tendenza passa anche da queste scelte di formazione dolorose. Pur tuttavia, l’alternanza tra i due estremi difensori continuerà per il resto della stagione: martedì contro il Viktoria Plzen, potrebbe essere schierato ancora il camerunese ex Ajax. Se qualcuno merita, è giusto dargli spazio.

Lautaro, Calhanoglu e poco altro: i problemi restano

Detto di Handanovic, decisivo e migliore in campo per distacco, c’è poco altro da salvare nel sabato nerazzurro. Lautaro Martinez è stato l’unico a sfoderare una prova convincente: l’argentino ha lottato su ogni pallone ed è andato vicino al bersaglio grosso in più occasioni. Prima con dei tiri imprecisi o murati dalla difesa granata, poi con un bel colpo di testa uscito fuori di un soffio. Non ha sfigurato Calhanoglu, sempre pronto a distribuire palloni in varie zone del campo. Deludenti ancora una volta Dumfries, Skriniar e De Vrij, senza infamia e senza lode la prestazione di Dimarco, meglio quando è stato spostato nel ruolo di esterno a tutta fascia. Si è limitato a mantenere la posizione il subentrato Bastoni, non avendo molto da fare negli ultimi 20 minuti. Poco movimento per Dzeko, Correa e Darmian, con Gosens di nuovo costretto a giocare gli ultimi scampoli del match. Anche i due uomini che hanno confezionato il gol vittoria, ovvero Barella e Brozovic, non hanno brillato complessivamente, sbagliando troppi appoggi e non garantendo copertura al reparto arretrato. Sicuramente non era facile preparare il match in due giorni, ma questa squadra deve ancora ritrovare la sua identità e dovrà lavorare a testa bassa, magari con un Lukaku in più: il gigante belga ieri mattina si è rivisto alla Pinetina, dove ha svolto lavoro personalizzato, dopo 10 giorni trascorsi in patria. Aumentano le speranze di rivederlo in campo prima della sosta per le Nazionali.

Dimarco suona la carica sui social: "Ripartiamo tutti insieme!"

Alla fine del match è arrivato il messaggio di Federico Dimarco, il quale sui propri canali social ha postato una foto dell’abbraccio corale in occasione della rete di Brozovic, con tanto di frase e cuori nerazzurri ad accompagnare: "Ripartiamo tutti INSIEME da questo momento!". Gli hanno fatto eco altri compagni, come Darmian, Calhanoglu e Lautaro, tutti pronti a confermare l’unione del gruppo e la voglia di riscatto dopo un avvio di stagione pieno di ostacoli.

Articoli correlati 

cross