Calciatori Ignoranti logo

Lozano salva il Napoli: termina 2-2 l'amichevole contro l'Adana Demirspor

28 Luglio 2022   Francesco Ciarnelli

Il messicano prima segna su un bel cross di Kvaratskhelia, poi in extremis propizia l'autogol che scongiura la sconfitta per gli azzurri. Nel post gara Spalletti ha qualcosa da rimproverare ai suoi.


Si conclude in parità la prima delle tre amichevoli del Napoli al 'Teofilo Patini' di Castel di Sangro. L'eroe della serata è 'El Chucky' Lozano, protagonista con un gol e un tiro cross che nel finale ha portato all'autorete dell'Adana Demirspor. Positiva la prestazione del solito Kvaratskhelia, autore dell'assist per l'esterno messicano in occasione del momentaneo vantaggio iniziale.

Il racconto del match

Gli azzurri si presentano in campo con il consueto 4-3-3, questi gli undici scelti inizialmente da Luciano Spalletti: Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Ostigard, Mario Rui; Anguissa, Demme, Gaetano; Politano, Osimhen, Elmas. Dopo un primo tempo scevro di emozioni, a parte la traversa di Rrahmani servito da Politano a pochi passi dalla linea di porta, nella ripresa entrano forze fresche e il match si sblocca. Al 56' Kvaratskhelia punta un paio di avversari e mette al centro un bel pallone per Lozano che in spaccata da vero rapace sigla il gol dell'1-0. Passano 18 minuti e Meret combina una frittata: uscita sbagliata sui piedi di Mario Balotelli e calcio di rigore trasformato proprio dal centravanti italiano. All'87' il nuovo acquisto Olivera spinge inutilmente un avversario in area di rigore, l'arbitro concede ancora il tiro dagli 11 metri e Sari trasforma per la rimonta turca. Al 93' arriva il pari definitivo dopo un paio di carambole con conseguente autorete su un tiro rasoterra di Lozano.

Promossi e bocciati

Il migliore in campo è sicuramente Hirving Lozano. Il messicano classe '95, dopo una stagione costellata da problemi fisici, potrebbe rivelarsi l'arma in più per gli azzurri. Nel 2020-21 ha fatto vedere di cosa è capace segnando ben 15 gol stagionali. Positive le prove di Kvaratskhelia, Di Lorenzo, Rrahmani, Anguissa, Gaetano, Politano e Osimhen. Rimandati invece Elmas, Olivera, Ostigard e Meret. La prestazione negativa del portiere spinge ancora di più la società ad intervenire sul mercato. Kim era in tribuna ad osservare i suoi compagni ma dalla prossima potrebbe giocare titolare.

Spalletti soddisfatto a metà

A fine partita è intervenuto come sempre Luciano Spalletti. Queste le sue dichiarazioni ai microfoni di Sky:

MATCH - "Il test è andato bene, anche perché nessuno si è infortunato. Queste sono squadre guerrigliere, sono abituate alla lotta. Ci siamo arrivati in una scaletta di allenamenti, non è che ci siamo preparati per questa partita in particolare. La squadra ha sviluppato i suoi metri, come ritmo poteva anche risparmiarsi. Qualche imbucata l’abbiamo presa, non ci siamo risparmiati mai. Abbiamo sbagliato dei gol abbastanza facili e poi devo dire che sui gol qualche responsabilità ce l’abbiamo. Mi aspettavo un po’ più di qualità sulla trequarti. Dobbiamo essere più precisi nei tiri".

OSIMHEN – "Osimhen per noi deve diventare un leader, glielo è stato chiesto e ne avevamo parlato tempo fa. Non può andare in over in delle situazioni normali così. Perché l’allenamento è una simulazione della partita. Se gli dà noia l’allenamento e reagisce così figuriamoci in partita".

LOZANO – "Lozano è un sanguigno, è uno che nella battaglia ce lo trovi sempre. Non si risparmia mai".

KIM – "Vuole sapere cosa vuole fare e lo esegue alla perfezione. Ha forza e anche una buona qualità, buoni piedi. Sono contento perché è un bravissimo ragazzo e un buon calciatore, va valutato nel nostro campionato ma appena l’ho conosciuto si percepisce che ha un carattere di quelli che si vuol mettere a disposizione, è uno che esegue, tu dimmi e io vado e questo per un allenatore è bellissimo. Poi è fisico, è sufficientemente tecnico, ha carattere e forza".

Articoli correlati 

cross