Calciatori Ignoranti logo

Mertens saluta il Napoli dopo 9 anni: c'è l'annuncio ufficiale di AdL

23 Luglio 2022   Francesco Ciarnelli

Il patron azzurro ha annunciato l'addio del belga durante un'intervista rilasciata poco fa. Si conclude la lunga storia d'amore tra il giocatore e il club partenopeo.


Dries Mertens con la maglia del Napoli

Dries Mertens saluta il Napoli dopo 9 lunghi anni caratterizzati da momenti bellissimi e record. Ad annunciarlo è stato direttamente il presidente Aurelio De Laurentiis, ai microfoni di Radio Kiss Kiss. La notizia era nell'aria da un po', tanto che i tifosi hanno contestato a più riprese l'operato della società nel corso di questa sessione di mercato. Dopo Koulibaly e Insigne ecco una terza colonna portante andare via dal capoluogo campano.

Le dichiarazioni del patron

Queste le parole di AdL a proposito dell'attaccante classe '87: "Purtroppo a volte dobbiamo andare contro il desiderio del tifoso. Quando il tifoso mi dice ‘Perché non tieni Mertens?’, io posso rispondere solo una cosa. Mertens si è proposto per un altro anno, perché sa di avere 35 anni e poi deve ritirarsi. Se anche lui ne fa una questione solo di vil denaro allora io poi devo rifiutare. Se io dovessi pagare una cifra sproporzionata a Mertens, mancherebbe nel budget previsionale del prossimo campionato quanto serve per prendere dei calciatori più giovani. Lo salutiamo? Sì, io gli ho offerto 4 milioni lordi e lui ha rifiutato. Allora io l’ho ringraziato, a lui, al figlio Ciro, alla moglie, per tutto quello che ci ha trasferito in questi anni con tutti gli straordinari gol realizzati. Ma noi non possiamo andare contro la nostra capacità, devo comprare dei calciatori giovani che rappresentino il Napoli per le prossime stagioni". Ricordiamo che il giocatore si era svincolato dal Napoli a partire dal 1° luglio.

Si scrive Mertens si legge storia

Arrivato dal PSV Eindhoven a 26 anni, nessuno avrebbe immaginato che quel ragazzo timido e brevilineo avrebbe avuto un impatto così forte. Il folletto belga infatti è entrato di diritto nella storia del club e ci resterà per sempre: 148 gol in 397 partite sono numeri pazzeschi, impossibili da dimenticare non solo per i tifosi che lo hanno idolatrato durante queste 9 stagioni, ma anche per qualsiasi altro appassionato di calcio. La sua migliore annata è quella del 2016-17, quando Sarri lo trasformò in centravanti, o come si dice nel gergo calcistico in 'falso nove', permettendogli di segnare ben 34 reti stagionali. Ha contribuito alla vittoria di 2 Coppe Italia e 1 Supercoppa Italiana non riuscendo suo malgrado nell'impresa di vincere quello scudetto che i partenopei non sollevano da ben 32 anni e che avrebbero meritato più di chiunque altro.

'Ciro' il recordman

Lo troviamo al 5° posto per numero di match disputati con la casacca azzurra addosso, davanti a lui giocatori altrettanto leggendari come Insigne, Juliano, Bruscolotti e Hamsik. In termini di gol invece è il miglior marcatore all-time della storia del club e, se stacchi di 33 reti un campione, un'icona come Diego Armando Maradona, ti accorgi di aver fatto davvero qualcosa di importante. Al popolo napoletano scenderà ovviamente più di qualche lacrimuccia quando si accorgeranno di non poter urlare più il suo nome per esultare ad ogni sua prodezza. Quello stesso popolo che lo ha ribattezzato 'Ciro', nome comune dalle parti del Vesuvio, per mettere in risalto il suo legame indissolubile con la città. Per il suo futuro si parla di Lazio ma una cosa è certa, Mertens sarà sempre un figlio adottivo della splendida Napoli.

Articoli correlati 

cross