Calciatori Ignoranti logo

Napoli, c'è un problema Osimhen: dove sono i gol contro le big?

5 Settembre 2022   Francesco Ciarnelli

Il nigeriano sembra non essere mai in grado di incidere nei match clou: è questo il dato che emerge guardando le sue statistiche da quando è in Italia.


La vittoriosa trasferta del Napoli in casa della Lazio non ha visto Victor Osimhen tra i protagonisti della serata. L'attaccante nigeriano non sembra essere in grado di incidere negli scontri diretti, molti dei quali saltati per infortunio nelle stagioni scorse. Con la partenza di diversi giocatori leader dovrebbe essere lui a trascinare i partenopei in queste partite mostrando carisma e sfornando prestazioni super. All'Olimpico la sua prova è stata incolore: non ha segnato e non si è nemmeno reso veramente pericoloso dalle parti di Provedel. Un problema evidente che Spalletti deve risolvere presto perchè non può affidarsi sempre e soltanto all'estro di Kvaratskhelia, giocatore sì fortissimo, ma comunque molto giovane e non ancora ambientato pienamente nel nostro campionato.

Tra infortuni e scarsa incisività

Acquistato dal Lille nell'estate 2020 per ben 75 milioni di euro, cifra che lo ha reso il giocatore più costoso della storia del Napoli. La società azzurra non ha mai avuto dubbi sul valore del giocatore, credendo nelle sue potenzialità e rifiutando qualsiasi offerta per il proprio centravanti. Le statistiche generali sono sicuramente dalla sua parte: 30 gol in 67 presenze rappresentano un bottino di tutto rispetto. Scendendo però nel dettaglio, ci si accorge come paradossalmente il classe '98 non sia stato in grado di essere decisivo nei big match. Nelle due stagioni passate ne ha saltati ben 10 su 30 a causa di lunghi infortuni. Nei restanti 20 in cui ha giocato, è riuscito a siglare soltanto 3 reti (contro Atalanta, Lazio e Fiorentina) e sfornare appena 1 assist (ancora contro la Viola). Assente ingiustificato sul tabellino nelle sfide contro Juventus, Inter, Milan e Roma. Statistiche non all'altezza di un giocatore che dovrebbe trascinare il club azzurro non soltanto contro le squadre di medio-bassa classifica. Risulta essere dunque il peggior attaccante della Serie A per incisività contro le big.

Riuscirà ad invertire subito la tendenza?

Il campionato in corso si interromperà in inverno per un mese e mezzo al fine di lasciare spazio ai Mondiali in Qatar. Non ci sarà Osimhen con la sua Nigeria a causa della mancata qualificazione, perciò resterà agli ordini di Spalletti cercando di ricaricare le energie e trovarsi al top della forma per la seconda parte di stagione, caratterizzata da un calendario fittissimo e da sfide decisive. C'è però l'esigenza di invertire la tendenza sin da subito: Liverpool, Milan, Roma, Atalanta, Ajax sono banchi di prova importanti a cui il nigeriano deve rispondere presente con le sue prestazioni e soprattutto con i suoi gol. La qualificazione agli ottavi di Champions e l'ambizione scudetto dei partenopei passa indubbiamente anche dai suoi piedi.

Articoli correlati 

cross