Calciatori Ignoranti logo

Napoli, vittoria pesante: i nuovi azzurri e la consapevolezza nei propri mezzi

19 Settembre 2022   Dario Mondola

Milan-Napoli poteva dare un segnale al campionato e così è stato: sono gli uomini di Spalletti a portare a casa i 3 punti con il 2-1 finale e a restare al primo posto in classifica.


Giovanni Simeone (Photo by Piero Cruciatti/Anadolu Agency via Getty Images)

Vittoria pesante del Napoli al San Siro contro il Milan di Pioli. Gli azzurri non giocano la loro miglior partita, ma hanno creato i presupposti per far male al momento giusto. La reazione dopo l'1-1 di Giroud dice molto del livello di consapevolezza e attenzione che ha raggiunto la squadra, nonostante i tanti nuovi innesti.

Kvaratskhelia e il Cholito Simeone: come si vincono le gare complicate

Per il Napoli la serata non è stata semplice. Si può dire con tranquillità che il Milan non meritava la sconfitta per le occasioni create. Eppure il Napoli ha costruito la vittoria col passare dei minuti, soprattutto grazie all'estro di Kvaratskhelia. Neanche per lui partita brillante, ma ormai è costantemente marcato a uomo o raddoppiato. Riesce comunque a far ammonire Kjaer e Calabria, entrambi subito sostituiti da Pioli per non rischiare. Ed è sempre il georgiano che con una giocata delle sue si fa atterrare da Dest e si guadagna il calcio di rigore che sblocca la gara, segnato da Politano. Il pareggio di Giroud avrebbe tagliato le gambe a molti, ma non a questo Napoli. Il cross dalla trequarti di Mario Rui è perfetto per Simeone, che di testa sigla il nuovo vantaggio azzurro che chiude la partita. Il Cholito ora è perfettamente integrato in questa nuova realtà. Il Milan avrà altre occasioni, ma poca fortuna.

L'urlo di Kim a fine gara: il Napoli è in missione

Nei minuti finali il Milan ci prova, sa che non può permettersi di perdere questa partita. Sarà Kalulu ad avere la grande occasione, prendendo la traversa a porta quasi sguarnita. Ma c'è l'ultimo episodio, il preferito dei tifosi del Napoli in questa pesante vittoria. Il gambone di Kim, che si alza giusto per ostacolare la conclusione di testa di Diaz, all'ultimo secondo della partita. Il conseguente urlo del sudcoreano è l'immagine del Napoli. Una squadra consapevole della propria forza, giovane e affamata, che non ha nessuna intenzione di sgretolarsi col passare dei mesi. Mai dire mai, ma gli azzurri sembrano in missione e in una Serie A senza padroni, l'occasione è ghiotta.

Articoli correlati 

cross