Calciatori Ignoranti logo

Partenza col botto per il Napoli: cinquina in casa del Verona

16 Agosto 2022   Francesco Ciarnelli

Gli uomini di Spalletti partono subito forte, andando oltre le polemiche dei tifosi circa le operazioni di mercato. Da sistemare alcuni automatismi in difesa ma il reparto offensivo sembra funzionare alla grande.


Primo impegno ufficiale della stagione superato brillantemente dal Napoli di Spalletti. Nel match valido per la prima giornata della Serie A 2022-23, nonostante lo svantaggio iniziale, gli azzurri hanno sconfitto 5-2 il Verona a domicilio mostrando un'ottima fase offensiva. Il tridente titolare ha messo a ferro e fuoco la debole difesa degli scaligeri grazie alla loro velocità e ad un'intesa davvero spettacolare. Lozano con le sue accelerazioni ha spesso creato la superiorità numerica, Kvaratskhelia ha trovato il gol di testa su assist del messicano e poi ha sfornato uno splendido assist di prima intenzione per Zielinski, Osimhen si è fatto trovare pronto su un'azione di corner girando alle spalle di Montipò la spizzata di capitan Di Lorenzo e zittendo i soliti cori poco educati provenienti dalla curva gialloblù. Hanno trovato la gioia personale anche Lobotka e Politano, quest'ultimo 3 minuti dopo il suo ingresso su assist del centravanti nigeriano ex Lille.

I nuovi acquisti e un Lobotka 'versione Iniesta'

Positiva la prova di Kim Min-jae. Il sudcoreano a tratti ha ricordato Koulibaly per velocità, contrasti e abilità nel gioco aereo. Deve solo migliorare l'intesa con Rrahmani e gli altri compagni di reparto, ma il tempo è ovviamente dalla sua parte. Detto di un Kvara ispiratissimo e fondamentale per le trame offensive degli azzurri, ad Olivera sono stati concessi gli ultimi minuti del match, dunque troppo poco per giudicare la sua prova. Tra i 'vecchi' da sottolineare la grande prova di Stanislav Lobotka: visione di gioco, precisione nei passaggi e un assolo personale per trovare la via del gol. A fine match Spalletti ha addirittura scomodato Andrés Iniesta per un paragone con lo slovacco.

Non diamoli per spacciati nella lotta scudetto

I malumori e lo scetticismo dei tifosi partenopei che hanno accompagnato capitan Di Lorenzo e compagni durante tutta la preparazione estiva si sono improvvisamente tramutati in entusiasmo. Dopo il triplice fischio è scattata la festa nel settore ospite del 'Bentegodi' e questo può gioviare alla squadra in vista dei prossimi impegni. Pur considerando l'avversario modesto, si è vista un'ottima prova corale, seppur con alcune sbavature difensive da correggere. La domanda sorge spontanea: siamo proprio sicuri che il Napoli si sia indebolito e non possa dire nuovamente la sua nella lotta scudetto? Considerando i prossimi imminenti arrivi di Ndombele e Navas, senza dimenticare le trattative per Raspadori e Szoboszlai, la risposta sembra essere scontata.

Articoli correlati 

cross