Calciatori Ignoranti logo

Salernitana-Piatek, un 'Pistolero' per centrare la salvezza

31 Agosto 2022   Francesco Ciarnelli

Il club campano ha ottenuto il sì del centravanti ex Milan che dovrebbe così andare a rinforzare ulteriormente il reparto avanzato.


La Salernitana sembra aver chiuso per un nuovo colpo in attacco: si tratta di Krzysztof Piatek, centravanti polacco classe '95. Lui conosce molto bene il nostro campionato avendo già vestito le maglie di Genoa, Milan e Fiorentina. La dirigenza granata ha proposto all'Hertha Berlino, squadra proprietaria del suo cartellino, un prestito con diritto di riscatto. Secondo quanto riportato da Gianluca Di Marzio, il giocatore ha accettato il trasferimento in Campania ed è atteso in città nelle prossime ore per le visite mediche di rito. Le alternative valutate dal ds De Sanctis sono Nicholson dello Spartak Mosca e Batshuayi del Chelsea, ma per loro le strade appaiono decisamente in salita.

Come cambia l'attacco a disposizione di Nicola?

In un reparto già ampiamente rinforzato con il ritorno di Federico Bonazzoli e gli arrivi di Erik Botheim e Boulaye Dia, il polacco dovrà giocarsi le sue chance e dimostrare a mister Davide Nicola di essere ancora in grado di segnare con costanza, come ai tempi del Genoa. Non dimentichiamo che in rosa è presente anche il veterano Frank Ribéry, sempre pronto a dare una mano alla squadra e ai più giovani con la sua esperienza. Insomma la Salernitana manda un forte segnale alla concorrenza: per la salvezza ci sarà da sudare e dovranno vedersela con un attacco di tutto rispetto.

Quel pesante paragone con Lewa

Esordisce nel massimo campionato polacco con la maglia dello Zaglebie Lubin e dopo tre stagioni e mezzo viene acquistato dal KS Cracovia. Qui esplode mettendo a segno 32 gol in 65 match disputati, guadagnandosi il soprannome 'Pistolero', derivante dalla traduzione in lingua locale della parola bomber. Lo nota il Genoa che lo preleva nell'estate 2018 e decide di affidargli il peso dell'attacco. Il giocatore ripaga alla grande la fiducia mettendo a segno un fantastico poker nella partita d'esordio disputata contro il Lecce in Coppa Italia. A metà stagione le statistiche dicono 19 reti in 21 partite. Grazie a questi numeri tutti iniziano ad affibbiargli l'etichetta di 'nuovo Lewandowski' ed è proprio da questo momento che finisce per smarrirsi. Nel gennaio 2019 arriva la chiamata del Milan e dopo 6 mesi discreti, delude completamente nella seconda stagione (5 marcature in 20 presenze). Si trasferisce all'Hertha Berlino ma la sua verve da bomber sembra ormai un lontano ricordo. In tre stagioni non riesce mai a raggiungere la doppia cifra.

L'ultima avventura italiana

Nel gennaio scorso arriva in prestito dalla Fiorentina, con l'obiettivo di non far rimpiangere Dusan Vlahovic, venduto alla Juventus a peso d'oro. Il giocatore però delude le attese segnando soltanto 6 reti in 18 partite disputate tra Serie A e Coppa Italia. Le sue prestazioni portano il club viola a non riscattarlo e a puntare su un altro centravanti alla ricerca del gol perduto, ovvero Luka Jovic. Ora ecco palesarsi una nuova opportunità, in una squadra che vuole semplicemente raggiungere la salvezza, come all'epoca il Genoa che puntò per primo sulle sue prestazioni. Una missione decisamente alla portata di bomber Krzysztof.

Articoli correlati 

cross