Calciatori Ignoranti logo

Si sblocca Milik: il polacco può essere l'arma in più dello scacchiere di Allegri

1 Settembre 2022   Pietro Caneva

Arrivato a Torino la scorsa settimana, Arkadiusz Milik ha già messo a segno il suo primo gol in bianconero, presto, potrebbe essere il suo turno anche dal primo minuto.


La Juventus vince con lo Spezia, e lo fa con le reti dei suoi attaccanti. Prima Vlahovic con una meravigliosa punizione, poi, nello scadere, è il turno del nuovo arrivato Milik. Il polacco, dopo esser stato pescato in area da Miretti, si gira in un fazzoletto e insacca da bomber vero. La sensazione è che i bianconeri possano aver trovato un degno sostituto di Alvaro Morata.

Una nuova soluzione a partita in corso

L'acquisto di Milik, nonostante abbia fatto storcere il naso a parecchi tifosi bianconeri, si è dimostrato sin da subito azzeccato. Per quanto riguarda il rapporto qualità-prezzo, infatti, il polacco è indubbiamente il profilo più adatto per completare lo scacchiere offensivo di Allegri, assente, sino all'arrivo del centravanti classe '94, di un vice Vlahovic. Con l'assenza di giocatori prolifici lì davanti, considerando la propensione di Di Maria e Kostic soprattutto per l'assist più che per il gol, e l'assenza di Federico Chiesa, Milik diventa una soluzione di livello sia dal primo minuto che a partita in corso. Una carta che, molto probabilmente, Allegri si giocherà spesso.

Attacco a due con Vlahovic?

Un'altra soluzione che sicuramente dalle parti della Continassa si sta studiando, è la possibilità di schierare Vlahovic e Milik insieme. Un tandem che, per caratteristiche, lo stesso Allegri ha definito schierabile, soprattutto nelle partite chiuse. Da vedere se il tecnico deciderà di provarlo già dalla prossima gara con la Fiorentina. Difficile, ma, in caso di partita bloccata, la possibilità di vedere una Juventus a due punte potrebbe diventare più che un'idea.

Articoli correlati 

cross