Calciatori Ignoranti logo

Una Vecchia Signora chiamata a cambiare volto: i possibili scenari dopo le dimissioni del Cda

1 Dicembre 2022   Pietro Caneva

È tempo di rivoluzione in casa Juve dopo le dimissioni in blocco del Consiglio di amministrazione.


Come riportato dai maggiori organi di competenza, l'intero consiglio di amministrazione bianconero, Andrea Agnelli compreso, ha lasciato la propria carica. Saluta la Vecchia Signora anche il vice presidente Pavel Nedved.

“È venuta meno la compattezza, meglio lasciare tutti insieme. Stiamo affrontando un momento delicato societariamente. Diamo possibilità a una nuova formazione di ribaltare quella partita" queste le parole dell'ormai ex presidente Andrea Agnelli.

Gli altri elementi che lasciano il club bianconero sono: Laurence Debroux, Massimo Della Ragione, Kathryn Fink, Daniela Marilungo, Francesco Roncaglia, Giorgio Tacchia e Suzanne Heywood.

Nuovi volti

Come nuovo direttore generale della Juventus, con Maurizio Arrivabene delegato a gestire le funzioni della società fino alla nomina del nuovo Cda del club previsto per il 18 gennaio 2023, è stato nominato Maurizio Scanavino. Mentre, il prossimo presidente della Vecchia Signora, sarà Gianluca Ferrero, che attualmente ricopre la carica di sindaco effettivo in Fenera Holding. Lo stesso Ferrero, è anche vicepresidente del cda della Banca del Piemonte e componente del consiglio di amministrazione di Italia Independent Group, Lol srl e Pygar.

Area tecnica

Lato campo, invece, John Elkann conferma Massimiliano Allegri: "Allegri rimane il punto di riferimento dell'area sportiva della Juventus: continuiamo su di lui e su tutta la squadra per continuare a vincere come hanno dimostrato di saper fare nelle ultime giornate, mantenendo alti i nostri obiettivi sul campo". Confermato anche il ds Federico Cherubini, mentre, come vice presidente, sale l'ipotesi Alex Del Piero.

Articoli correlati 

cross