Calciatori Ignoranti logo

Una Juventus opaca, che fatica a tirare in porta

5 Settembre 2022   Pietro Caneva

Quella vista a Firenze, è l'ennesima gara non all'altezza dei bianconeri. Allegri è chiamato a dare nuova linfa alla squadra.


Nelle prime cinque partite di campionato, la Vecchia Signora ha mostrato le stesse lacune della scorsa stagione. Le cause? Un atteggiamento rinunciatario, e troppi errori dalle trequarti in su. In vista della gara di domani sera contro il Psg, sarà necessario un salto di qualità.

I dati offensivi allarmano

Nonostante una fase difensiva quasi perfetta, con appena due gol subiti nelle prime gare, i limiti offensivi di questa Juve sono sotto gli occhi di tutti. La gara di Firenze, primi 25 minuti a parte, è sembrata la fotocopia di quella con la Sampdoria, almeno in termini di proiezione offensiva. Al Franchi, infatti, sono stati solamente due i tiri in porta effettuati dai bianconeri, con un possesso palla del 40,2 % contro il 59.8 della Viola. Insomma, se sono i numeri a parlare nel calcio, la squadra di Allegri ha bisogno di una scossa.

Come migliorare dalla trequarti in su?

L'evidente problema di costruzione del gioco, porta i bianconeri a creare poche occasioni dalle parti dei portieri avversari. Con l'arrivo di Paredes, però, e il miglioramento della condizione atletica, la Juventus potrebbe finalmente voltare pagina. Quanto di buono fatto vedere nel primo tempo contro la Roma, e nei primi venti minuti della sfida contro la Fiorentina, deve essere riproposto nell'arco di un'intera partita. Il calo nel secondo tempo è diventato una costante, ma con il rientro a pieno regime di Pogba e Di Maria, con sullo sfondo anche quello di Chiesa, la Vecchia Signora potrebbe aumentare la qualità dalla trequarti in su. In che modo? Impadronendosi più facilmente del dominio del gioco, e di conseguenza risparmiando le energie.

Il punto sugli infortuni

Per quanto riguarda il capitolo infortuni, invece, i bianconeri sembrerebbero poter tirare un sospiro di sollievo. Contro la Fiorentina, infatti, sono rientrati Bonucci e Fagioli, mentre Di Maria ha messo nelle gambe altri 45 minuti. Anche Rabiot, assente nella sfida del Franchi, sembrerebbe esser pronto a rientrare per domani sera, dopo la botta rimediata contro lo Spezia. Restano ancora da capire, invece, i tempi di recupero per Szczesny, per il polacco, però, non ci sono lesioni alla caviglia. L'unica nota dolente? Dopo il secondo giorno di allenamento sul campo, Paul Pogba ha deciso di operarsi. A detta di Allegri, il francese si rivedrà sul terreno di gioco con la maglia bianconera, non prima di gennaio.

Articoli correlati 

cross