P$G


psg

Una squadra costruita come in un videogioco, che non sembra avere punti deboli. L’arrivo di Messi a suggellare un attacco mai visto prima, perché oltre al trio con Mbappé e Neymar, in panchina ci sono Di María e Icardi. Due che sarebbero titolari in quasi ogni realtà europea.

Il 4-3-3 di Pochettino

In porta l’attuale miglior portiere al mondo, fresco campione del titolo di Campione d’Europa da assoluto protagonista.

La difesa è un mix di esperienza e talento, con Sergio Ramos che proverà a trasferire la sua mentalità vincente al reparto e non solo. Le sgroppate di Hakimi saranno ancora più micidiali, per via del trio offensivo che impegnerà le difese avversarie. Marquinhos, invece, la solita garanzia.

L’interdizione di Paredes, gli inserimenti di Wijnaldum e i tempi di gioco di Verratti: un centrocampo disegnato per completarsi a meraviglia.

psg

Il trio d’attacco, invece, è paragonabile a quello del Barcellona di qualche stagione fa, con Messi, Neymar e Suárez. Semplicemente letale, sarà interessante vedere come si integreranno.

Era difficile pensare a un cambiamento, ma appena arrivato qui mi sono sentito felice.”

Lionel Messi

Il compito di Pochettino è stimolante quanto impegnativo: ha tutto da perdere, e se la stagione si concluderà senza la Coppa dalle grandi orecchie, sarà un fallimento.

C’è solo una cosa che il PSG non ha potuto comprare, però: la tradizione.

Perché il Milan e il Real Madrid hanno vinto tantissimo? Perché alcuni club nella storia hanno una consuetudine alla vittoria in Europa così spiccata, mentre altri hanno sempre fatto molta fatica? Penso che il tema della tradizione, dell’attitudine, del fatto di essere in quell’élite lì, sia una cosa che ha un suo peso.”

Matteo Marani

E il fair play finanziario che fa?

“financialfairplay.exe ha smesso di funzionare”. Questo il messaggio di errore capitato nella sede dell’UEFA, dopo che i parigini hanno monopolizzato il mercato. Hakimi per 60 milioni, mentre a zero, ma con ingaggi onerosissimi: Donnarumma, Ramos, Wijnaldum e Messi.

Com’è possibile che sia tutto in regola? Dopo la pandemia, la UEFA ha deciso di chiudere non uno, ma ben due occhi.

Il progetto Superlega aveva l’obiettivo di riequilibrare i vertici del calcio mondiale, a discapito però del resto. Il rifiuto secco di questa formula da parte del numero uno dell’UEFA Ceferin, insieme a quello di Al-Khelaifi (diventato da poco nuovo Presidente dell’ECA al posto di Agnelli), ha fatto storcere il naso a molti del settore. Dopo la recente crisi economica che ha colpito l’intero movimento, sembra che siano i proprietari più facoltosi a finanziare la macchina del calcio, con Ceferin che ha accettato passivamente tutto questo.

Tralasciando l’aspetto finanziario e tornando al puro gioco, la curiosità è davvero tanta. Riuscirà il PSG a vincere la sua storica prima Champions? Oppure, un po’ come la Francia nel recente Europeo, si specchierà troppo?

Davide Albanese


Like it? Share with your friends!

What's Your Reaction?

Love Love
0
Love
Happy Happy
1
Happy
Lol Lol
0
Lol
Sad Sad
0
Sad