Calciatori Ignoranti logo

Brillano i terzini "nerazzurri" in Qatar: Dumfries e Hakimi trascinatori

7 Dicembre 2022   Francesco Ciarnelli

Nei Mondiali in corso spiccano le prestazioni positive non solo dell'attuale laterale destro interista, ma anche del suo predecessore. Una lieta notizia per la dirigenza di Viale della Liberazione, capace di muoversi in maniera oculata sul mercato, regalando giocatori di livello prima a Conte poi a Inzaghi.


Un Dumfries in grande spolvero spazza via gli Stati Uniti e riceve il premio "Player of the Match"

Se l'Olanda sta continuando la sua avventura ai Mondiali in Qatar, grande merito è di Denzel Dumfries. L'esterno destro, titolare inamovibile nel 3-4-2-1 del CT Louis Van Gaal, ha giocato la sua miglior partita con la maglia della Nazionale olandese. Contro gli Stati Uniti infatti il suo destro ha prodotto due assist (per Depay e Blind) e una rete, risultando decisivo per il 3-1 finale e ricevendo il premio di migliore in campo. Ora tra gli Oranje e la semifinale c'è uno scoglio molto difficile da superare: l'Argentina di Lautaro Martinez, a proposito di Inter. Sarà contento Simone Inzaghi, il quale potrà contare alla ripresa su un giocatore ritrovato soprattutto mentalmente, dopo un inizio di stagione sottotono. L'ex PSV deve farsi perdonare l'errore a porta vuota all'Allianz Stadium contro la Juventus, nel match terminato 2-0 in favore dei bianconeri.

Hakimi e il (quasi) cucchiaio: personalità e freddezza per smentire Antonio Conte

Sorprendentemente ieri il Marocco ha battuto la Spagna ai calci di rigore e il tiro decisivo dagli 11 metri è stato calciato da Achraf Hakimi. L'ex Inter ha spiazzato Unai Simon con un accenno di cucchiaio: palla leggermente sollevata da terra e finita centralmente oltre la linea di porta. I Leoni dell'Atlante hanno compiuto un miracolo approdando per la prima volta nella storia ai quarti di finale dei Mondiali.

Sarà spuntato più di un sorriso sulle labbra di Antonio Conte, ex allenatore del laterale difensivo magrebino durante la stagione scudettata all'ombra della Madonnina. In quel periodo, il tecnico salentino durante un'intervista rilasciò queste dichiarazioni: "Hakimi calcia molto bene le punizioni, ma sui rigori è una pippa peggio di me quando giocavo. Se dovessimo giocarci qualcosa, dovrebbero morire tutti prima di fargliene calciare uno". Il classe '98 del PSG dunque ha smentito clamorosamente il suo vecchio mister con estrema personalità e freddezza, per la gioia di un Paese intero.

Nei quarti sfida ad alta velocità sulla fascia: Marocco vs Portogallo sarà anche Hakimi vs Cancelo

Sabato alle ore 16:00 si ritroveranno contro Marocco e Portogallo, sfida valevole per i quarti di finale che regalerà al pubblico un duello scoppiettante sulla fascia: Achraf Hakimi contro Joao Cancelo, altro ex nerazzurro. Il lusitano classe '94, di piede destro, è ormai abituato a giocare sulla corsia mancina grazie a Pep Guardiola che lo utilizza in quella zona del campo nel Manchester City. Entrambi sono pronti a sfrecciare ad alta velocità con un unico obiettivo: continuare a far sognare il proprio popolo qualificandosi per le semifinali.

Articoli correlati 

cross