Calciatori Ignoranti logo

La consacrazione di Re Giorgio

13 Agosto 2021   Alessandro Rimi

Cosa sarebbe successo se Chiellini non avesse brutalmente atterrato Saka al minuto 110 della finale dell'Europeo? Non sarebbe nato questo bellissimo video su YouTube:

Da San Siro a Wembley

In quella tragica serata contro la Svezia, oltre a perdere il pass per il Mondiale dopo 60 anni, la Nazionale ha dato l'addio a senatori come Buffon, Barzagli e De Rossi. Chiellini non ha mollato (era anche il più giovane), ed è stato uno dei simboli della rinascita dell'Italia di Mancini.

Le sue parole post Italia-Svezia, 13 novembre 2017

Tanti problemi fisici negli ultimi anni, ma quando è riuscito a scendere in campo non ha mai deluso le aspettative nei suoi confronti. Così come ha fatto all'Europeo, presenziando in campo a singhiozzo, ma dando una grande carica anche da bordo campo.

A 37 anni vuole ancora dire la sua, come ha dimostrato il rinnovo di contratto con la Juventus. Il Mondiale 2022 è nel mirino, per provare un bis che sarebbe veramente storico.

L'Europeo da professore

È da fine maggio che noi diciamo che c'è nell'aria qualcosa di magico. Giorno dopo giorno, dopo giorno, è stato sempre di più così."

Giorgio Chiellini

Uno dei momenti più delicati del suo Europeo è arrivato al 24' della gara con la Svizzera, quando ha dovuto alzare bandiera bianca. Fortunatamente non era nulla di grave, riuscendo a tornare proprio per l'incontro con Lukaku ai quarti. Non era affatto scontato succedesse, a giudicare dalle sue parole alla vigilia:

C’è ancora la rifinitura, e per me sarà importante sperimentare tutte le sensazioni. Sono certo che chiunque scenderà in campo sarà pronto per Lukaku."

Il belga non ha inciso, rigore a parte, e questo è merito soprattutto del redivivo gorilla azzurro. Quando Caressa ha scomposto il suo nome come fece nel Mondiale 2006 con Cannavaro, si è veramente toccato il cielo con un dito.

Palla ancora buttata dentro, CHIELLINI!

Poi pallone di Praet, la mette ancora alta Jorginho, poi Emerson... E CHI-EL-LINI!"

Fabio Caressa

Nella semifinale con la Spagna è arrivata una piccola sbavatura, nel gol del pareggio del compagno di club Álvaro Morata. Nel complesso però ha mostrato una leadership fuori dal comune, come la voglia di scherzare con Jordi Alba prima di una lotteria dei rigori così importante.

Infine la finale, dove si è esaltato a dismisura in un ambiente ostile. È riuscito a tirare fuori i limiti di Kane e Sterling, oltre a dare un senso di sicurezza a tutto il reparto.

re giorgio

Come se non bastasse, il capitano è diventato anche un meme, con un fallo tattico da professore del ruolo. Saka era pronto a minacciare la porta di Donnarumma con la sua velocità supersonica, ma a 10 minuti dalla fine dei supplementari non era il momento di regalare occasioni.

Poi la Coppa alzata al cielo di Wembley, a dare ufficialmente il via ai festeggiamenti più inebrianti.

E pensare che nella scorsa stagione Chiellini è dovuto stare ai box quasi 4 mesi per problemi muscolari, ma ci vuole ben altro per fermare il gorilla con la corona.

Davide Albanese

Articoli correlati 

cross