Calciatori Ignoranti logo

Marocco Eldorado: le big d'Europa pronte a compiere follie nel calciomercato

12 Dicembre 2022   Francesco Ciarnelli

La Nazionale guidata da Regragui è senza ombra di dubbio la rivelazione del Mondiale qatariota. Una vetrina importante per tutti i giocatori magrebini, le cui prestazioni super positive non sono passate inosservate. Si prevedono aste a suon di milioni, nelle prossime due finestre di calciomercato, da parte dei top club europei.


Sorprendentemente il Marocco è in semifinale dei Mondiali, dopo aver battuto in successione Belgio, Spagna e Portogallo. I Leoni dell'Atlante, guidati ottimamente da Walid Regragui, non hanno intenzione di fermarsi: vogliono continuare a stupire contro la Francia, sognando la finale. Vada come vada, hanno già scritto una pagina di storia indelebile per il mondo africano e per la storia del calcio. Molti giocatori hanno fatto registrare un'impennata nelle valutazioni dei loro cartellini, accrescendo i propri estimatori. Attualmente la Nazionale magrebina rappresenta una sorta di 'Eldorado ', come fa giustamente notare il Corsport. Nelle prossime finestre di calciomercato potremmo assistere ad una vera e propria 'caccia all'oro marocchino' da parte delle big europee.

Tentazione Inter: Hakimi come Lukaku?

Secondo alcune indiscrezioni, Achraf Hakimi avrebbe manifestato la propria volontà di tornare a vestire la maglia nerazzurra. La sua valutazione al momento si aggira attorno ai 65 milioni di euro e potrebbe salire ancora da qui al termine della stagione. Sembra impossibile ipotizzare un esborso simile da parte di Suning, così potrebbero entrare in scena nuovamente Marotta e Ausilio, programmando un'operazione 'alla Lukaku'. Vero è che il gigante belga aveva deluso completamente le attese del Chelsea, mentre non si può dire la stessa cosa del terzino classe '98. A Parigi sta bene, i campioni di Francia difficilmente lo lasceranno partire a cuor leggero. Eppure è bastato un 'Forza Inter sempre ' urlato dal giocatore durante una diretta sul proprio profilo Instagram, subito dopo la vittoria con il Portogallo, per riaccendere i sogni dei tifosi interisti.

Ziyech oggetto dei desideri del Milan

Quante volte abbiamo sentito il nome di Hakim Ziyech accostato al Milan? Troppe. E mai come adesso questo argomento diventa attuale. Le prestazioni negative di Charles De Ketelaere sembrerebbero spingere la dirigenza rossonera a guardarsi intorno alla ricerca di un'occasione da cogliere al volo. Questa potrebbe essere proprio il fantasista classe '93, in forza al Chelsea, dove non sta trovando lo spazio sperato. Il suo cartellino vale 20 milioni di euro, ma occhio alle possibilità di trasferirsi alla corte di Stefano Pioli in prestito, secco o con diritto di riscatto. Un giocatore come lui, capace di creare superiorità con le sue giocate, farebbe molto comodo al Diavolo per alimentare le speranze nella corsa scudetto. Rispolveriamo i numeri del trequartista mancino in maglia Ajax, dal 2016 al 2020: 165 presenze, 49 reti e 81 assist. Davvero tanta roba.

Tutti pazzi per Sofyan Amrabat e Azzedine Ounahi

Detto di Hakimi e Ziyech, sostanzialmente le due stelle del Marocco, ad aver stupito e attirato le big europee a suon di prestazioni sono due centrocampisti: Sofyan Amrabat e Azzedine Ounahi. Caratteristiche diverse, stessa voglia di dare tutto in campo per il proprio Paese. Sulle tracce del primo c'è da tempo il Tottenham di Antonio Conte, a cui si sono aggiunti nelle ultime settimane Marsiglia e Liverpool. In particolare il manager dei Reds Jurgen Klopp è rimasto stregato dal classe '96 della Fiorentina e starebbe pensando di investire 30 milioni di euro per assicurarselo. Per il secondo, sicuramente meno conosciuto, si è mosso addirittura il Barcellona. Dopo aver ricevuto gli elogi da Luis Enrique per la sua corsa instancabile, il classe 2000 dell'Angers potrebbe rappresentare un'occasione d'oro per i blaugrana, soprattutto in termini di ingaggio: guadagna appena 570mila euro a stagione.

E gli altri? Da En-Nesyri a Cheddira, passando per Sabiri

Tutto qua? Assolutamente no, il Marocco è molto altro ancora. Non dimentichiamo le prodezze del portiere Bounou, la fisicità dei centrali Saiss, Aguerd, El Yamiq e Dari, la spinta di Mazraoui e la fantasia di Boufal. Menzione d'onore per il centravanti Youssef En-Nesyri, giustiziere del Portogallo, capace di battere il record di salto in alto appartenente a Cristiano Ronaldo. Nei quarti ha colpito la palla di testa a 278 cm (l'asso portoghese si era fermato a 256 contro la Sampdoria nel dicembre 2019), anticipando Diogo Costa e trascinando il suo popolo in semifinale. Gioca nel Siviglia e il suo valore di mercato da 15 milioni di euro potrebbe presto portarlo lontano dal club andaluso. In ottica mercato occhio anche ad Abdelhamid Sabiri, destinato a lasciare la Sampdoria già nella finestra invernale. Su di lui è forte l'interesse della Fiorentina. E per finire c'è Walid Cheddira, attaccante che si sta mettendo in mostra nella nostra Serie B con la maglia del Bari (9 le reti segnate finora nel campionato cadetto). Da diverse settimane Lazio e Napoli si stanno muovendo per il classe '98 nativo di Loreto e il costo modesto del suo cartellino (2,50 milioni di euro) rappresenta un motivo in più per vederlo presto in squadre importanti. Insomma, i Mondiali in Qatar hanno permesso al Marocco di mettere in vetrina diversi profili interessanti.

Articoli correlati 

cross