Calciatori Ignoranti logo

Messi è diventato eterno e con lui anche il Qatar

19 Dicembre 2022   Alessandro Rimi

Durante la premiazione, prima dello scatto fotografico ufficiale con la Coppa alzata al cielo, un funzionario del Qatar ha obbligato Leo a indossare la tunica araba, immortalando quel momento per sempre.


Lionel Messi è diventato eterno e con lui anche il Qatar. Il diez ha chiuso un cerchio stratosferico grazie alla vittoria del Mondiale con la sua Argentina, prendendosi la scena del globo a coronamento di una carriera unica, di un percorso che spesso e sempre verrà affiancato a quello di Diego Armando Maradona, quantomeno al Diego giocatore. Al termine dell'ultimo atto a Doha però, vinto dalla Seleccion ai calci di rigore, necessari per risolvere un 3-3 infinito con la Francia di Mbappè, è accaduto qualcosa di incredibile da punto di vista sociale e culturale.

La finale del Mondiale in Qatar è la più bella di sempre

Doppietta di Messi con lo zampino di Di Maria, tris sovrannaturale di Kylian Mbappé: 3-3 e dritti ai penalty come tantissime gare risolte così in questo Mondiale autunnale. La Francia ne sbaglia troppi, l'Argentina invece no, è freddissima e porta a casa la coppa più importante del mondo per Nazionali. Messi incoronato come il più forte del globo, forse il più forte di sempre. Per la Pulce è il 45° trofeo vinto in carriera, l'unico anello mancante per confezionare un percorso unico. L'immagine potente di Messi, della sua storia, del suo cammino, del suo continuo e perenne paragone con Maradona, trova la sublimazione nel momento più forte, nel momento in cui il capitano dell'Argentina alza la coppa al cielo.

Messi obbligato a indossare la Bisht araba. Così il Qatar diventa eterno come Leo

Decine di milioni di argentini hanno sognato questo momento per 36 anni. Un passaggio di consegne che il mondo aspettava da quando Leo Messi, all'età di 17 anni, esordì nella Liga con la maglia del Barcellona, rievocando il Pibe de Oro in blaugrana, iniziando ad elevare a livello mondiale la possibilità che, finalmente, potesse essere arrivato il momento della nascita di un erede. Dopo 18 anni, Messi ha vinto il mondiale con l'Argentina e, al momento della premiazione con la coppa alzata al cielo, i funzionari del Qatar, in accordo con la Fifa, hanno costretto il capitano della Seleccion a indossare un velo nero, la Bisht, per immortalare quel momento per sempre. Messi campione del mondo, nel Mondiale organizzato dai qatarioti. Un'immagine che resterà nella storia, in eterno come Messi. Ma con lui, anche il Paese ospitante che, infine, lo ha incoronato Re.

Articoli correlati 

cross